Torta Saint Honorè

Ecco la regina di tutte le torte che vi si possono trovare in pasticceria..la mia Torta Saint Honore!
La torta Saint Honoré prende il proprio nome dal santo patrono dei pasticceri, Saint Honoré o Honoratus. Questo dolce in realtà consiste in uno strato di pasta sfoglia guarnita nella sua parte esterna da una serie di profiterole, mentre la parte centrale del dolce è guarnito con della crema chiboust (crema pasticcera alleggerita da meringa).
Ho deciso di modificarla in un po’ per gli ospiti di questa domenica e così l’ho realizzata creando una base di pan di spagna farcito con una crema pasticcera alleggerita con panna montata, decorata con bignè ripieni di panna montata e decorata con questi ciuffetti di panna e strisce di crema.
All’inizio una signora me l’aveva richiesta per il suo compleanno..pensate che compiva ben 92 anni!! Solo che per la sua allergia al cioccolato e ai liquori, l’ho dovuta un po’ adattare e darle una decorazione un po’ diversa da tutte le altre e così ho realizzato la Saint Honoré modernizzata:

sì
Ma questa torta devo ammettere che mi è entrata subito nel cuore, dalla preparazione di pan di spagna e crema alla decorazione..mi sono divertita davvero molto e ho veramente liberato tutta la mia fantasia; così tanto che mentre lavavo piatti, pentole, fruste e spatole mi è venuta la nostalgia e volevo assolutamente rifarla! Ho preso subito al volo l’occasione dell’arrivo di questa famiglia del Piemonte (alla quale sono estremamente affezionata) di questa domenica e ho deciso di rifarla immediatamente, stavolta però l’ho resa un po’ più tradizionale, perchè decorare con la sac a poche è la cosa che mi diverte di più in assoluto!
Ve la consiglio assolutamente perché anche se la sua preparazione è un po’ lunga, il risultato ne vale davvero la pena, a partire dall’espressione stupita di tutti i vostri ospiti e famigliari fino al gusto intenso, dolce e gustoso che questa torta possiede =)

Dato che ormai mi sono completamente appassionata al contest di Pan di Zenzero di Alessia..ho deciso di parteciparvi anche con questa torta.


Al quale ho partecipato già con queste due ricette:
Torta Dani
Tronchetto di Natale

DESCRIZIONE DELLA PASTICCERIA (aggiunta alle altre due)
La Torta Saint Honoré, posizionata nel primo bancone, è una delle attrazioni principali della pasticceria per la sua bellezza ma anche per il suo gusto così unico nel suo stile che, una volta assaggiata, non la si dimentica più!
Soprattutto un signore non la potrà mai più dimenticare nel corso della sua vita…
Era una comune domenica mattina di febbraio, in pasticceria tutto procedeva esattamente come sempre..le torte prenotate erano ormai state consegnate tutte, infatti erano già le 11 e fra qualche oretta avrei chiuso per andare al pranzo con tutta la mia famiglia.
Il bar era ancora pieno: i clienti avevano una faccia sorridente e soddisfatta, stavano finendo di gustare le loro fette di torta e i loro diversi cupcakes con abbinati the e caffe, le loro voci si sovrapponevano creando quel chiacchiericcio che mi piaceva stare ad ascoltare, proprio come se fosse una sorta di melodia dolce.
Ad un certo punto, decisi di andare a controllare il retro della pasticceria, per vedere se tutto stava procedendo secondo i piani..tutti i dipendenti stavano finendo il loro lavoro e tutti sembravano soddisfatti di esso..tutto sembrava procedere come al solito, ma non era un segno di continua monotonia, perché anche in pasticceria ogni giorno era estremamente entusiasmante, era la vita che avevo sempre sognato, era per tutto ciò, che per anni mi ero sacrificata.. sentivo dentro di me un grande senso di soddisfazione che mi travolgeva ogni giorno, nel momento in cui varcavo la soglia della pasticceria, di quella che era diventata la mia vita.
Decisi che era il caso di impacchettare la torta che avrei portato al pranzo della domenica, una bella crostata alla crema con pesche sciroppate..mia sorella sarebbe impazzita nel vederla.
Quando sentì il campanello della pasticceria che suonò, mi chiesi chi poteva essere a quest’ora, magari qualcuno che aveva bisogno di un caffè veloce, anche se mi sembrava alquanto strano; rientrai nel negozio sorridendo e mi ritrovai davanti ad un signore avrei scommesso di circa 30 anni, indossava un paio di jeans con un maglione nero intonato con le scarpe, i capelli marroni ricci erano leggermente scompigliati a causa, chissà, del forte vento che si era alzato. Lo osservai attentamente per qualche istante, era pieno di borse con all’interno una serie di pacchetti regalp, aveva l’aria abbastanza stanca ed esasperata.
“Buona Domenica..la posso aiutare?” chiesi, mentre lui si dirigeva nella mia direzione.
“La prego, non mi dia una risposta negativa..la mia è una situazione disperata!” mi disse con un tono sconsolato.
Mi preoccupai un pò ma ribattei “Beh..come faccio a darle una risposta negativa se non so neanche cosa desidera” dissi con un tono solare, quasi come a dargli fiducia.. fiducia, che sembrava aver perso nel corso di quella mattinata.
“Ha ragione..vede oggi è il compleanno di mia moglie, Chiara, compie 30 anni; avevo pensato a tutto, ho prenotato un weekend romantico qui in una delle stanze del Castello, il pranzo è stato preparato da diversi chef secondo tutti i suoi gusti preferiti, ho deciso di comprarle un po’ di regali sa..una borsa, un paio di scarpe, qualche vestitino che aveva visto e che le era piaciuto davvero molto, un braccialetto e un paio di orecchini…ma in tutto questo organizzare e preparare mi sono dimenticato totalmente della torta; è vero, è la cosa più importante per un compleanno ma mi sono talmente fatto prendere dal viaggio, che mi è passata totalmente dalla mente… io capisco che sono le 11.30 della domenica mattina e che la torta mi servirebbe per quest’oggi e che è una proposta assolutamente da pazzi…ma la prego lei ha una torta che può andare bene per il compleanno di mia moglie?” concluse il suo discorso con un bel sospiro.
Il suo modo mi fece ridere, era talmente sconvolto che non si era neanche accorto di aver quasi fatto un monologo senza farmi parlare, però era talmente bello vedere un uomo così preoccupato a far passare il compleanno di sua moglie in maniera perfetta che sorrisi  e risposi con serenità “Si tranquillizzi e si calmi..non vorrà mica che sua moglie si preoccupi nel vederla così sconvolto e agitato? Non penso proprio…” feci una piccola pausa volgendo lo sguardo verso il bancone, tutte le torte di compleanno erano terminate però il mio volto ad un certo punto si posò su una Saint Honorè che era ancora lì, splendida e imponente, così aggiunsi “Purtroppo di torte decorate in maniera estremamente particolare non me ne sono rimaste, ma vi è ancora la Torta Saint Honorè, non c’è alcuna scritta ma  le posso fare una targhetta velocemente, destinata a sua moglie”
Il suo volto si illuminò dalla gioia “Davvero avete ancora una Saint Honorè? E’ la torta preferita di mia moglie e davvero può farle una scritta? Mi sembra quasi di sognare, avevo perso le speranze e invece lei mi ha salvato la vita”
Non riuscì a trattenermi e mi persi in una piccola risata, trovavo così buffo e così divertente il suo modo “Ma certo..gliela faccio subito, mi dia 5 minuti” e così tornai nel retro e feci velocemente una targhetta con scritto “Auguri Chiara”.

DSCN4352

Ritornai nel negozio “Eccomi qui..targhetta pronta e in omaggio per la sua simpatia, le regalo una bella rosa di pasta di zucchero” dissi con tono divertito.
“Ma grazie signorina…” notai che lesse il nome sulla mia divisa “Ellys..è stata davvero molto gentile, non so davvero come ringraziarla!”
Impacchettai velocemente la torta e gliela consegnai dicendo “Tanti auguri a Chiara allora!”
“Grazie mille..ho visto che c’è anche un bar, passeremo magari lunedì per una cioccolata calda se siete aperti..arrivederci e buona domenica!” pronunciò con tono entusiasta
“Certo..vi aspetteremo con piacere..buona domenica!”
Il signore uscì dalla pasticceria, sorrisi ancora una volta, anche questa giornata si era dimostrata diversa dalle altre e insolita, così mi ritrovai sempre più sicura e grata della scelta presa una decina di anni prima..quella di rischiare tutto e intraprendere il mondo della pasticceria.

TORTA SAINT HONORE’

IMG_0244
IMG_0238 IMG_0239

INGREDIENTI

Per il pan di spagna
6 uova
180 gr zucchero
180 gr farina
1 bustina di vanillina

Per la crema
6 tuorli
500 ml latte
1 bustina di vanillina
150 gr zucchero
50 gr farina
50 gr cioccolato fondente tritato
250 ml panna fresca

Per la bagna
150 gr acqua
2 cucchiai di zucchero
1 buccia di arancia

Per la decorazione
250 ml panna fresca
bignè riempiti di crema/panna(circa 7-8)
codette di cioccolato
briciole ricavate dal pan di spagna

PROCEDIMENTO

Prima di tutto preparate il pan di spagna: dividete i tuorli dagli albumi (entrambi devono essere a temperatura ambiente), ai tuorli aggiungete la metà di zucchero, iniziate a montare con uno sbattitore elettrico i due ingredienti fino ad ottenere una crema chiara e spumosa. Montate a neve ben ferma gli albumi con il restante zucchero (le fruste dello sbattitore dovranno essere ben pulite e asciutte), per verificare se i vostri albumi sono montati correttamente, girate la vostra ciotola, se gli albumi non si spostano vorrà dire che sono pronti. Ora con una spatola aggiungete poco alla volta gli albumi al composto di tuorli con dei movimenti dal basso verso l’alto in modo da non smontare il tutto, infine aggiungete la farina con la vanillina sempre con lo stesso movimento.
Versate il vostro composto in uno stampo di diametro 24-26 cm e infornate in forno preriscaldato a 170°-180° per circa 30 minuti (ricordatevi che le temperature del forno e la durata della cottura variano di forno in forno). Fate la prova stecchino per verificare la cottura del vostro pan di spagna: passati i 30 minuti, infilzate il pan di spagna con uno stecchino se quest’ultimo risulterà asciutto e pulito, il vostro pan di spagna sarà pronto altrimenti ultimate la cottura.
A questo punto estraete il vostro pan di spagna dal forno e lasciatelo raffreddare nello stampo con sopra un canovaccio asciutto in modo che non si abbasserà nel centro per lo sbalzo di temperatura.
Proseguite con la preparazione della crema pasticcera: in un pentolino versate il latte (tranne un bicchiere) e la bustina di vanillina e fate bollire a fiamma media, una volta pronto lasciate in infusione (ovvero spegnete il fuoco e lasciate nel pentolino). In una ciotola mettete i tuorli e lo zucchero e mescolate con una frusta a mano fino a ottenere un composto omogeneo, aggiungetevi la farina setacciata e dopo aver mescolato anche il vostro bicchiere di latte lasciato da parte precedentemente.
A questo punto versate questo composto nel pentolino con il latte e lasciate cuocere a fiamma media-bassa mescolando continuamente con la frusta a mano in modo da evitare la formazione di grumi. Dopo qualche minuto la crema inizierà a bollire ed ad addensarsi, aspettate ancora qualche minuto e poi toglietela dal fuoco.
Prendetene qualche cucchiaio (4-5) e mettetelo in una ciotola a parte, aggiungetevi il cioccolato tritato, così da formare la crema pasticcera al cioccolato necessaria per la decorazione.
Ponete le creme a raffreddare in frigorifero, ricoprendole con la pellicola trasparente fino a filo della crema.
Vi consiglio di preparare il pan di spagna e la crema il giorno prima.
A questo punto montate i 250 ml di panna fresca con lo sbattitore (per ottenere della panna ben montata ponete il recipiente e le fruste dello sbattitore in frigorifero una decina di minuti prima).
Pronta così la crema pasticcera che deve essere completamente raffreddata, aggiungetevi la panna montata (tranne 2-3 cucchiai che invece andrete ad aggiungere alla crema pasticcera al cioccolato) con una spatola o un cucchiaio di legno con movimenti dal basso verso l’alto.
Una volta pronte le due creme ponetele da parte.
Preparate la vostra bagna, mettendo tutti gli ingredienti in un pentolino e facendoli bollire, per poi lasciarli raffreddare completamente e togliere le bucce di arancia.
Procedete ora con l’assemblaggio e il montaggio: dividete a metà il vostro pan di spagna (ricordatevi di tenere gli avanzi del vostro pan di spagna) e con un pennello (o se la possedete la bottiglia per bagne) inumidite entrambi le parti con la bagna completamente fredda.
Prendete la prima metà del vostro pan di spagna e spalmatevi  la crema preparata prima (tranne 4-5 cucchiai che terrete per la decorazione), infine ricoprite con l’altra metà del pan di spagna.
Concludete con la decorazione: Montate ancora una volta la vostra panna ricordandovi di aggiungere 2 cucchiai di zucchero, una volta pronta ricoprite interamente la vostra torta con la panna (tenendone da parte un po’ per formare i ciuffetti)
Ora ponete nel mixer gli avanzi del pan di spagna per ridurli in piccole briciole che farete aderire ai bordi della vostra torta.
Posizionate i vostri bignè riempiti e tra gli spazi con la sac a poche a bocchetta a stella formate dei ciuffetti  di panna montata (tenuta da parte) che decorerete con codette al cioccolato.
Riempite due sac a poche a bocchetta liscia, una con la crema pasticcera e l’altra con la crema pasticcera al cioccolato e decorate facendo dei ciuffetti vicini tra di loro, in modo da formare una striscia di crema pasticcera e un’altra di crema pasticcera al cioccolato.
A questo punto ponetela in frigo per qualche ora e poi sarà pronta per essere servita!

Buona Saint Honore a Tutti =)

Ps: Scusatemi per la lunghezza dell’articolo ma spero che la storiella vi sia piaciuta e l’abbiate apprezzata così come la ricetta =)

Passatemi a trovare :
nella mia pagina di facebook 
nel mio canale youtube  

Annunci

6 thoughts on “Torta Saint Honorè

  1. Che meraviglia!!!! o___O questa è pasticceria! brava brava davvero!!
    Grazie di partecipare così attivamente al mio contest..i tuoi racconti mi piacciono tantissimo! e ancor di più il tuo posticino..chissà se un giorno esisterà..sarò tua cliente!! =D
    Spero che ai miei giudici le tue ricette piacciano tanto quanto a me!! per fortuna non devo decidere io..sarebbe molto molto dura!!!
    anche perchè la saint honorè è una torta che vorrei preparare da tantissimo tempo..la adoro! Dolce francese del resto..come faceva a non piacermi!
    un bacione cara!

    • Ciao Alessia ..ma grazie mille =) I tuoi complimenti mi riempiono il cuore di gioia, veramente! Certo e io sarò lieta di ospitarti e farti assaggiare qualche nuova ricettina appena inventata =D
      Ahahah me lo auguro di cuore anche io..mi farebbe davvero, come tutti gli altri ovviamente, molto piacere!
      Sìsì credimi..è un pò lunghina però è troppo divertente la sua preparazione ed è veramente veramente buonissima! Se la provi fammi sapere =D
      Un abbraccio e un bacione cara!
      A presto =D
      ps: magari ti invio un’ altra ricettina con un racconto.. =)

  2. Pingback: Finalmente… il mio primo contest! Buon compleanno “Pan di Zenzero”! |

  3. Pingback: I Vincitori con il loro “Sweet Little Place” |

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...